Eleonora maurizi

Come nasce

Eleonora Maurizi nasce a Roma nel '68. Dopo un breve ma felice affaccio al mondo universitario, si definisce la sua figura professionale di grafica editoriale e illustratrice, formandosi alla scuola di grafica Comics di Roma. Dal '90 ad oggi ha svolto un'intensa attività nel campo dell'editoria, collaborando con case editrici e curando riviste periodiche e l’immagine grafica di aziende, associazioni, eventi. Nel 2014 approda dalla grafica al design; coerente evoluzione di un percorso creativo che segna il passaggio dall'immaterialità del segno alla materialità dell'oggetto, dall'immagine digitale all'artigianato. Prende così forma la linea personalizzata di borse e accessori, dove invenzione, artigianato, materiali poveri e pregiati, si mescolano in un design liberatorio e vitale. Appartengono a questa nuova fase creativa la serie delle BUGGUM, caratterizzata dall'estrema varietà tipologica e formale, e dall'uso costante della gomma nera quale supporto di elementi eterogenei a contrasto, desunti da diversi ambiti della produzione corrente. Il risultato è un melting pot materico che rimanda alla poetica di ibridazione delle avanguardie artistiche, dagli accostamenti imprevedibili e originali, senza mai sacrificare l'eleganza. Dall'universo multiforme delle BAGGUM, prendono così forma astratta le piccole e grandi icone dell'immaginario popolare che attinge al cinema, alla narrativa, al fumetto, alla storia o all'ordinario quotidiano dell'umano: “Betty Boop”, “Blow up”, “Triclops”, “Gilda”, “Rosetta”, “Austerity”, “Coco”, “In-grid”, “Marguerite”, “Kandinska”, “Japan time”, “Belle Epoque”, “Rigo-Rosa”, “Miss-Iva”, “Lady Barba”, “Calamity Jane”, “Indiscreta” e tante altre. Un luna park di oggetti singolari, che contrappongono alla loro intrinseca eterogeneità una forte identità figurativa, e ci raccontano con velata ironia le mutevoli e bizzarre forme dell'essere e dell'apparire.